Archivi tag: Windows 7

svchost.exe – Troppa memoria RAM utilizzata e computer bloccato

Capita anche a voi di avere il computer lento, ma così lento da volerlo gettare dalla finestra? Sensazione davvero frustrante! Ancora più frustrante quando reinstalli il computer da zero e scopri che dopo poco ridiventa inutilizzabile! aaaaaaaaaaah!

Cerchi di capire perchè … apri il task manager e tutti i santi sono chiamati in causa … “Ma come c@¶¶o fa svchost.exe ad occupare 1GB di memoria RAM ?????”

svchost

La cosa fastidiose è che questo problema l’ho avuto su diversi computer che ho reinstallato!! Ne stavo uscendo pazzo! Ho sospettato addirittura che fosse il mio DVD usato per la reinstallazione che fosse buggato. Tutto questo … fino ad oggi!

Oggi scopro che c’è una patch di Giugno che risolve un piccolo baco di Microsoft Windows Update. In computer con poca RAM, questa viene “leggermente” saturata da svchost.exe. F..k!

Update for Windows 7 (KB3050265)

Scaricate la patch, applicatela subito e riavviate il computer. Dopo il riavvio problema risolto!

E’ capitato anche a voi?

PS: dimenticavo una cosa importante! Il problema sembra verificarsi su Windows 7 SP1.

Microsoft e le procedure di downgrade complicate

Ci sono cose che vanno ben oltre la normale comprensione che ti portano ad un bivio in cui devi scegliere quale strada percorrere. “Pillola Rossa o Pillala Blu?” diceva Morpheus in un famoso film. Windows 8 o Windows 7? Da qui la vita cambia potresti imbatterti nelle procedure di downgrade Microsoft, uno scoglio che avrei preferito evitare. Giudicherete voi! Continua a leggere

Gestire il Cestino di Windows tramite registro o GPO

Molti di noi amministratori IT utilizzano le Folder Redirection per spostare la cartella Documenti e le altre cartelle di lavoro sui server aziendali. La centralizzazione dei dati permette una maggior tutela verso il lavoro dell’utente ed una più facile gestione dei processi di backup.

Una variabile inattesa che spesso viene trascurata è il Cestino (Recycle bin) di Windows. L’utente, che per natura nasce distratto, non si cura molto dei propri rifiuti e li lascia a maturare per moooooolto tempo nel cestino.
Peccato che nel caso delle folder redirection questi documenti giaciano assieme ai dati utili su server. Cosa succede se gli utenti sono molti? L’amministratore IT si ritrova a gestire GByte e GByte di documenti inutili.

Continua a leggere

Visualizzare tutte le Icone area di notifica con Group Policy

Vuoi distribuire un applicazione all’interno della tua organizzazione che visualizza notifiche agli utenti attraverso un’icona nell’area di notifica di Windows ma ti annoia sapere che questa può essere nascosta e gli avvisi disabilitati.

notification area

Area di notifica

Benissimo! Abilitiamo tramite Group Policy tutte le icone dell’area di notifica e le relative notifiche.

Continua a leggere

Aggiungere un utente Windows da riga di comando (CMD)

A volte può essere utile sapere come creare un utente Windows da riga di comando (cmd) anziche utilizzare l’interfaccia grafica UI. Per esempio, si devono creare molti utenti e ci si vuole avvalere di uno script, oppure il profilo di un utente  risulta rovinato e possiamo sono lavorare in modalità provvisoria con prompt dei comandi.

Ecco una serie di comandi utili da eseguire da riga di comando (cmd) con privilegi amministrativi … Continua a leggere

Creare un DVD di installazione universale per Microsoft Windows 7

Un buon tecnico IT ha sempre con se un porta CD/DVD contenenti i programmi di lavoro ed i sistemi operativi necessari all’installazione dei computer. E’ come il set delle chiavi inglesi e dei cacciaviti per il meccanico! Non si può farne a meno.

Ovviamente è impossibile portarsi dietro CD per ogni evenienza .. ce ne vorrebbero troppi. Bisogna limitarsi a quelli necessari. In questa guida vediamo come creare un DVD di installazione per Microsoft Windows 7 universale che si possa utilizzare per installare tutte le 6 versioni con cui è distribuito il sistema operativo di Redmond.

  • Starter
  • Home Basic
  • Home Premium
  • Professional
  • Enterprise
  • Ultimate

Ovviamente questa guida può essere utile anche per chi avesse smarrito il DVD di ripristino del proprio computer e abbia necessità di procurarsi il sistema operativo per reinstallare la macchina.
Continua a leggere

Schermata blu BSoD – igdpmd64.sys

Oggi diversi utenti con notebook HP e sistema operativo Windows 7 mi hanno segnalato un errore da schermata blu per il file igdpmd64.sys.

Le schermate blu di Windows non sono mai un buon segno. Molto spesso indicano dispositivi hardware come gli hard disk o la memoria RAM che si stanno guastando. Questo è il caso?

BSoD - blue screenNon temete! In questo caso il problema è provocato da mamma Microsoft stessa. Un aggiornamento Microsoft Windows Update con riferimento KB2670838
sembra incompabile con alcuni sistemi.

Basta rimuoverlo dagli aggiornamenti di Windows 7 installati per risolvere il problema!

Più facile del previsto!

AuthorizationManager check failed in Powershell

Ieri ho pestato la testa per delle ore a causa di un errore restituito da Powershell al momento di eseguire uno script. L’errore tradotto in italiano è “Controllo AuthorizationManager non riuscito” o in inglese “AuthorizationManager check failed”.

AuthorizationManager-check-failed

Documentandomi in rete ho appreso che non c’è una sola causa che provoca il problema. Possono essercene diverse!  Continua a leggere

Come interrompere un servizio Windows bloccato

Un servizio di Windows bloccato può apparire simile a quello in figura. Avvia, Interrompi, Sospendi, Riprendi non sono selezionabili. E se volessimo fermarlo?

Processo-Windows

Per prima cosa annotiamoci il nome del processo. In questo caso “napagent” (ho preso un processo a caso solo a scopo illustrativo della procedura). Continua a leggere

Centro di Sincronizzazione – Eliminare il database/cache dei file non in linea

In caso di necessità possiamo cancellare la cache dei file non in linea (CSC) semplicemente inserendo nel registro di Windows la chiave “FormatDatabase” con il valore corretto seguita da un riavvio del computer interessato. Di seguito i passaggi necessari.

ATTENZIONE: tutte le modifiche illustrate richiedono i privilegi di amministratore per essere effettuate e l’accesso al registro di Windows con il comando Regedit. Continua a leggere