Configurazione di un server Samba per neofiti

La configurazione di un Samba per neofiti vi servirà per la condivisione di file tra un server Ubuntu e un client Windows (ma non solo). Questa configurazione è da considerarsi un test per chi è alle prime armi nel mondo Linux come il sottoscritto. sicuramente da migliorare e mettere in sicurezza.

Samba Conf

 

Installazione di Samba

L’installazione dei pacchetti necessari si può effettuare con il comando:

sudo apt-get install samba

Attività preliminari

Ad installazione terminata dovremo creare una cartella che andremo poi a condividere. “User” è il nome dell’utente sotto cui andreamo a creare la nostra cartella che per semplicità è l’utente che avete creato quando avete installato il server Ubunti.

mkdir /home/user/test

Io preferisco dare alla cartella creata i permessi di lettura, scrittura ed esecuzione a tutti gli utenti (per semplicità):

chmod 777 -R /home/user/test

Dovete sapere che Samba crea il suo proprio archivio di password. Per questo motivo dovremo assegnare all’utente “user”, o a qualsiasi utente presente nel nostro server che dovrà accedere alla candivisione, una password in Samba:

sudo smbpasswd -a user

Modifica del file smb.con

Per prima cosa salviamo una copia del file smb.conf

sudo cp /etc/samba/smb.conf ~

Ora possiamo tranquillamente effettuare la modifica del nostro file di configurazione:

sudo nano /etc/samba/smb.conf

All’interno del file di configurazione aggiungiamo o modifichiamo se già presenti queste righe di configurazione:

[global]
workgroup = WORKGROUP
server string = DESCRIZIONE COMPUTER
security = share

Successivamente condividiamo la cartella creata all’inizio di questa guida:

[test]
path = /home/user/test
available = yes
valid users = user
read only = no
browseable = yes
public = yes
writable = yes

Salviamo le modifiche e usciamo dal’editor.

Alcune nozioni:

  • WORKGROUP: il nome della rete Windows. Se non avte modificato il nome Windows ha come default Workgroup.
  • DESCRIZIONE COMPUTER: il nome da dare al server Linux visto sulla rete Windows
  • /home/user/test: il percorso della directory Linux da condividere con Windows. potete condividere la cartella che volete. Basterà cambiare questo percorso ovviamente.
  • [test]: il nome che ho dato alla cartella condivisa
  • available: la cartella condivisa è disponibile per i client in rete
  • valid users: utenti che possono accedere alla cartella condivisa dalla rete
  • read only: se vogliamo rendere la cartella di sola lettura
  • writable: se il contenuto della cartella è modificabile

Riavvio dei servizi

Ogni volta che si modifica il file smb.conf andranno riavviati i servizi legati ad esso:

ssudo service smbd restart

oppure

sudo service nmbd restart

Fonte: Wiki Ubuntu e vari blog.

Lascia un commento