Archivi categoria: Hardware

Prove tecniche sul mondo dell’elettronica con particolare riguardo all’informatica.

10 cose che potete fare con le cuffie del vostro iPhone

Certamente con le cuffie dell’iPhone ci posso ascoltare la musica, possono servire da rompicapo se le getto in una tasca senza particolare accortezza. Ma poi? Che altro ci posso fare?  E se vi dicessi che grazie a quei semplici 3 tasti (Play, Volume +, Volume -) presenti sulle cuffie potete evitare di estrarre il cellulare ogni 3 secondi?

Earpods

Fig.1: Auricolari Apple Earpods

10 cose che potete fare con le cuffie del vostro iPhone (in ordine di utilità)

  1. Parlare tenendo il telefono in tasca: si sa che le telefonate tra fidanzati, mogli, mariti, amanti (e chi più ne ha più ne metta) possono essere molto lunghe e il vostro braccio inizierà a cedere e il vostro orecchio andrà in escandescenza. Avete mai provato ad attaccare i vostri auricolari all’iPhone e parlare comodamente mettendo il telefono in tasca? Seppure banale, i vostri auricolari hanno un microfono integrato!
  2. Alzare il volume: con i due tasti laterali (Volume + e Volume –) potete alzare o abbassare il volume di una telefonata o della canzone che state ascoltando. Si lo so che queste prime due funzioni le sapevate già e potevo evitare di scriverle, ma dovevo arrivare a 10. Se cerchi su Google tutti scrivono “le 8 funzioni”, io volevo diversificarmi dalla massa!
  3. Rispondere e terminare una chiamata: toccate il tasto centrale quando ricevete una chiamata per rispondere o per riagganciare.
  4. Riprodurre e mettere in pausa la musica: toccando il tasto centrale una volta potete iniziare ad ascoltare una canzone, metterla in pausa o riprenderne l’ascolto.
  5. Passare al brano precedente o successivo: se la canzone che state ascoltando vi annoia potete mandarla avanti premendo due volte il tasto centrale. Se invece volete riascoltarla, premete tre volte il tasto centrale velocemente.
  6. Avanzamento/riavvolgimento di un brano: molto simile alla funzione 5. Per l’avanzamento rapido tenete premuto sul secondo tocco, per il riavvolgimento rapido invece, tenete premuto sul terzo tocco.
  7. Scattare una foto: se siete all’interno dell’app Fotocamera (funziona solo con quest’app) potete scattare una foto premendo il tasto “Volume +” dei vostri auricolari.
  8. Parlare con Siri: se vi sentite soli e volete parlare con la vostra assistente personale, tenete premuto il pulsante centrale per chiamarla. Siri potrà fare molto per voi senza farvi tirare fuori il cellulare dalla tasca. “Siri chiama Paolo Rossi!”, “Manda un messaggio a Gloria!”, ecc.
  9. Ignorare una chiamata in arrivo: uno scocciatore sta interrompendo l’ascolto del vostro brano preferito? Tenete premuto il tasto centrale per un paio di secondi e poi rilasciatelo. Sentirete due segnali acustici quando è stato disconnessa la chiamata.
  10. Passare da una chiamata ad un’altra: siete impegnati in una chiamata e ne ricevete una nuova? Premete il tasto centrale una volta per rispondere. Ripremetelo per due secondi per attaccare questa seconda chiamata, riprendendo così la prima. Non do garanzie sulla numero 10. È l’unica funzione che non ho mai provato di persona.

Oggi mi sento fortunato #MacBookDay

Oggi installazione di Windows 10 su Macbook (Retina Early 2015). Purtroppo non a tutti piace OSX e c’è chi preferisce Windows. Sono a favore della libertà di scelta e opinione.

20151119_083324262_iOS

Fig.1: Da sinistra MacBook e MacBook Pro

Attenzione ai driver audio Realtek

La sfortuna ci ha visto ancora una volta. Devo ammettere che l’installazione di Windows 10 su MacBook Early 2015 non è stata del tutto indolore a causa del driver audio Realtek che è risultato incompatibile con la built di Windows 10 che utilizzavo.
L’installazione dei driver Boot Camp si è inchiodata diverse volte proprio sulla scheda audio nonostante la release utilizzata fosse la 6 dichiarata compatibile sia con Windows 10 che con MacBook Early 2015.
Dopo varie peripezie ho provato a rimuovere dal supporto contenente driver e Boot Camp la cartella Realtek. Magia! Ho rilanciato l’installazione e tutto è andato a buon fine.

 

Metereologia con Nexus 4 – Il Barometro!

Ho appena scoperto che nel Nexus 4 è presente tra i sensori il Barometro. La serie Nexus di Google non finisce mai di stupirmi.

Da oggi ci si può cimentare nelle previsioni metereologiche. Altro che app per il meteo! Se piove ce lo dice lo smartphono!

Se volete un app che sfrutti il sensore barometro potete usare Barometer Altimeter DashClock

MacBook Pro 13″ ed SSD OCZ Vertex 3 – La lotta continua

Grande Murphy questa volta aiutami tu! Non sono ancora riuscito a risolvere il problema che attanaglia il mio MacBook Pro 13″ Early 2011 con il suo disco SSD OCZ Vertex 3 da 120GB.

Riassumo il problema

Dopo un anno esatto di onorato (e fantastico) servizio il disco SSD Vertex 3 montato nel Mac ha deciso di punto in bianco di non effettuare più il boot. “Problema sicuramente del disco che si è guastato!” penso io ed apro una richiesta di RMA in garanzia ad OCZ che viene puntualmente evasa. Continua a leggere

Collegare Mediaset Premium on Deman ad internet sfruttando la rete elettrica

Il decoder digitale Mediaset Premium on Demand è la porta di accesso a migliaidi di contenuti televisivi messi a disposizione dalla gruppo Mediaset.

La fruibilità di molti contenuti è però riservata ai possessori di connettività internet perchè in streaming. L’attuale decoder offre esclusivamente connettivià attraverso cavo di rete e non Wi-Fi. Come fare per quelli che hanno il modem – router molto distante dal dedoder?

Niente paura … questi adattatori TP-LINK permettono di trasformare una comune presa elettrica in un accesso alla rete a cui collegare il tuo decoder. Ottime le performance e veramente contenuto il prezzo!

SSD 256GB ad un prezzo conpetitivo

La tecnologia SSD utilizzata negli hard disk stò prendendo sempre più piede. Avere un hard disk con questa tecnologia però non è più paragonabile alla donazione di un rene! I prezzi si stanno notevolmente abbassando e le capacità di archiviazioni, puto debole di questa tecnologia, aumentano.

Questo Samsung è uno dei migliori in rapporto capacità/prezzo che si possono trovare sul mercato. Ovviamente non può trascurare le performance che solo la tecnologia SSD riesce a garantire ad un computer.

Da provare … soprattutto se pernso che 6 mesi fa allo stesso prezzo ho comperato un 128GB …

Un tablet a meno di 250€ – Quale scegliere?

Sempre più utenti stanno opzionando l’acquisto di un tablet per gli usi più svariati: social network, lettura, e-mail, fotografie e piccola elaborazione di documenti.

Per quelli che avendo già un buon computer non vogliono spendere cifre elevate, ma nemmeno buttare i soldi con acquisti sbagliati, ho selezionato alcuni modelli che a mio avviso sono un ottimo compromesso tra qualità – performance e prezzo contenuto.

Come potete leggere dal titolo di questo articolo il must è: costo inferiore ai 250€

Ovviamente per rimanere in questo range di prezzo dobbiamo escludere a priori, salvo cercare nell’usato, apparecchi di fascia alta come l’iPad. Purtroppo anche i modelli che integrano doppia connettività Wifi/3G hanno un costo di acquisto molto più alto del nostro budget e andranno esclusi. Assicuratevi quindi di avere disponibile a casa, in ufficio o dove utilizzerete prevalentemento il tablet, una buona connessione wifi. Continua a leggere

La rete dove la rete non arriva

Spesso capita di dover portare connettività internet in punti remoti di case ed uffici. Solitamente l’utilizzo di una connessione senza fili WiFi risolve la stragrande maggioranza dei problemi. Ma cosa fare quando nemmeno questo sistema può essere utilizzato?

Da diverso tempo in commercio ci sono dei dispositivi che utilizzano la normale rete elettrica per modulare il segnale di rete e portare connettività anche nei punti impossibili (a patto ovviamente ci sia un punto elettrico).

Un ottimo prodotto a costo moderato è questo della TP-LINK. Utile anche per chi,me compreso, ha un decoder Mediaset Premium a cui hanno pensato bene di non dare connettività Wireless.


Prezzi dei dischi SSD in forte calo

E’ risaputo da chiunque mastichi un poco di tecnologia che gli hard disk SSD (solid state drive) sono il futuro per lo storage e la velocità di accesso ai nostri dati.
Non è passato troppo tempo da quando i primi dischi con questa tecnologia sono comparsi sul mercato a quando i loro prezzi sono diventati abbordabili. Oggi molti di noi comperando un nuovo computer o notebook richiedono che venga installato uno di questi dischi per i vantaggi in termini di velocità, affidabilità e sicurezza che portano. Lo stesso vale per chi cerca di velocizzare il suo vecchio computer.
Ma quanto costa un hard disk SSD?

Continua a leggere

Netgear DGN 2200 – il router ADSL Wireless all-in-one

Ho avuto modo di provare nei giorni scorsi il modem router Netgear DNG 2200 con funzionalità integrate Wireless, ADSL2+ e 4 porte switch che reputo uno dei migliori prodotto all-in-one economici presenti sul mercato. Sono rimasto davvero ben impressionato da questo strumento, dalle performance e dalla semplicità di gestione. Continua a leggere