Archivi tag: Microsoft

ipconfig e ping non funzionanti

Oggi mi è capitata una cosa davvero strana pprendo il prompt di dos per effettuare un’assistenza. Digitando un qualsiasi comando come ipconfig, ping, format, la risposta del sistema era sempre la stessa: “ipconfig” non è riconosciuto come comando interno o esterno, un programma eseguibile o un file batch.

Fig.1

Continua a leggere

Creazione di un server iSCSI con Windows Server 2012 R2

I viaggi in treno sono uno dei momenti che preferisco per della bella e sana sperimentazione IT che abitualmente non ho tempo di fare di solito. In questo viaggio Milano – Roma mi serviva provare la funzionalità iSCSI di Windows Server 2012 R2 creando delle macchine virtuali a tale scopo.

Facciamo un passo indietro e capiamo cos’è l’iSCSI.

iSCSI: è un protocollo che permette di condividere dispositivi di memoria remoti tramite la comune rete ethernet facendoli sembrare dei dischi fisici direttamente collegati ad un computer. Il server che condivide lo storage è chiamato iSCSI Target e quello che si collega e sfrutta lo spazio è detto iSCSI Initiator.

Continua a leggere

Gestire Gruppi Locali in computer membri di Active Directory tramite GPO

Ad ogni amministratore di rete capita o è capitato di dover gestire in modo centralizzato gruppi utenti locali (local group) su computer o server Windows membri del dominio Active Directory.

Per questo genere di problematiche ci vengono fortunatamente in aiuto le Group Policy (GPO) e saperle utilizzare è un must per ogni amministratore IT. Vediamo di seguito come affrontare al meglio questo caso specifico.

Prerequisiti:

  • Aver installato la Group Policy Management Console sul domain controller Active Directory
  • Aver creato, sempre in Active Directory, un gruppo di utenti in Active Directory (il nome potete darlo voi. Per semplicità l’ho chiamato “Gruppo Admin Workstation” come in fig.1).

Continua a leggere

Come abilitare Shadow Copies di cartelle condivise e vivere felici

L’amministratore IT è per sua scelta un animale sacrificale che vive nel limbo tra l’essere Dio o un perfetto cretino a seconda che riesca o meno a risolvere Problemi.

Non c’è tuttavia giorno in cui un utente non scriva o contatti il reparto IT strillando per risolvere “Il Problema”: “Aiuto! Mi è sparito un file dalla rete”. Detto tra noi questo resta un non-problema perché i files non spariscono ma al 99% vengono cancellati dalle sante mani dello Strillante.

Ora, poste queste basi, cosa si può fare?

Due soluzioni:

  1. Sbuffiamo, ce la tiriamo un pochino rassicurando lo Strillante che saremo in grado di recuperare i suoi file e, a seconda che il backup sia stato fatto su un supporto piuttosto che un altro (potremmo doverci alzare dalla scrivania per inserire il nastro del backup) recuperiamo il dato.
  2. Mandiamo via lo Strillante dicendogli: “Te lo puoi recuperare in autonomia perché ho abilitato le Shadow Copies sulle tue cartelle di lavoro.

Continua a leggere

Windows 10: Rimuovere tutte le applicazioni preinstallate

Parliamoci chiaro, Microsoft con Windows 10 ha fatto un buon lavoro.  Ha eliminato gran parte delle problematiche che affliggevano Windows 8 riportando la semplicità di utilizzo del suo sistema operativo all’altezza del tanto amato Windows 7. C’è una cosa che tuttavia fa storcere il naso a molte persone: le presenza di troppe applicazioni preinstallate (anche dette Modern Apps) sul sistema operativo. Molte sono carine, ci mancherebbe, ma altre spesso risultano inutili o di poco utilizzo.

Oggi da buon venditore ho la soluzione per i più drastici di voi che continuando a leggere questo articolo scopriranno come rimuovere completamente tutte le Modern Apps preinstallate! Per tutti quelli che invece volessero rimuoverne solo alcune vi rimando all’articolo che ho scritto qualche settimana fa sulla rimozione “selettiva” delle applicazioni preinstallate.

powershell-like-administrator

Fig.1: esecuzione di Powershell come amministratore.

Continua a leggere

Windows 10: Rimozione delle applicazioni preinstallate

L’ultimo nato di casa Microsoft, il famoso Windows 10, viene fornito  con una serie di applicazioni preinstallate che consentono di rendere più semplice ed agevole l’esperienza all’utilizzatore.

Alcune di queste applicazioni preinstallate non servono, almeno a me, e finiscono per occupare prezioso spazio inutilmente. Solo alcune purtroppo sono disinstallabili facilmente utilizzando il click destro del mouse come Twitter in fig.1. Per le altre devi utilizzare la forza bruta (o continuare a leggere questo articolo).

windows-10-didinstallazione-app

Fig.1: Disinstallazione di un’applicazione preinstallata mediante tasto destro del mouse e relativo menu contestuale.

Continua a leggere

Modificare la porta RDP 3389 utilizzata da Microsoft Desktop Remoto

Cari amanti della sicurezza in questo breve articolo vi spiegherò come modificare facilmente la porta tcp 3389 in ascolto utilizzata dal servizio Microsoft Desktop Remoto (remote desktop).

In assenza di un firewall o di restrizioni adeguate mettere “online” servizi su porte standard può essere una scelta molto rischiosa per la sicurezza del nostro computer e dei dati in esso contenuto. Infatti è sufficiente un port scan sulle porte più famose per individuare il nostro computer in ascolto e tentare un attacco sulla porta 3389.

Se comunque accedere da remoto al calcolatore è davvero indispensabile assegnare una porta “non standard” al servizio Desktop Remoto può essere un ripiego sufficiente per mettere fuori strada almeno l’hacker meno esperto. Continua a leggere

Problema con il collegamento. Impossibile aprire il collegamento Internet.

Qualche giorno fa mi trovo un computer con questo strano messaggio di errore: Problema con il collegamento. Impossibile aprire il collegamento Internet. Il protocollo “http” non contiene un’applicazione registrata.

Problema-con-il-collegamento

Fig.1: Problema con il collegamento tentando di aprire un link https (ma riscontrabile anche come http).

Il problema può verificarsi quando si disinstalla dal computer il browser (Google Chrome, Mozilla Firefox, ecc) impostato in precedenza come predefinito. A causa della disinstallazione il computer non sa più come aprire i collegamenti internet “http” e “https”.

Come risolvere il problema del collegamento internet?

Risolvere il problema che impedisce al computer di aprire i collegamenti interne http o https è molto semplice.

Aprite Internet Explorer –> Strumenti –> Opzioni Internet –> Programmi e rendete Internet Explorer (momentaneamente) il browser predefinito per il computer come in fig.2.

Internet-Explorer-Predefinito

Fig.2: Internet Explorer come Browser Predefinito

E’ tutto! Provate a riaprire il collegamento “difettoso” e se questo articolo ti ha aiutato a risolvere il problema non dimenticare di lasciarmi un commento o di condividerlo.

Skype for Business per Mac – Public Preview

Skype for Business per Mac è stato rilasciato in versione Public Preview da Microsoft.

Logo SFB

La Public Preview di Skype for Business per Mac è una versione “beta” che viene rilasciata su inviti previa registrazione sull’apposito sito www.skypepreview.com

Skype for Business annuncio

Annuncio di rilascio per la Public Preview di Skype for Business per Mac.

Questa mattina mi sento Beta Tester e da utente Mac ho dato il mio consenso per provare questa versione preliminare. Spero che arrivi preto l’invito per pensionare Lync 2013 che non ho mai amato … e che non ci siano troppi bug che me lo facciano rimpiangere.

Continuate a leggermi per scoprire come andrà a finire …

Ps: Ringrazio Simone SimSim per la puntuale newsletter.

Outlook – Come lasciare i messaggi in anteprima non letti

Microsoft Outlook è sicuramente il client di posta elettronica più famoso utilizzato in ambiente enterprise e per questo motivo l’utente, che abitualmente le utilizza per ore, tende a sviluppare riti e abitudini che gli permettono di organizzare al meglio le attività lavorative. Una delle più diffuse è sicuramente quella di lasciare non letti”, “in neretto” le e-mail a cui non si è dato seguito, pur magari avendole già lette.outlook-logo

Per fare questo viene abilitata (Outlook come impostazione predefinita la abilita al primo accesso) la finestra di anteprima dei messaggi che ha una controindicazione: se ci si sposta da un messaggio all’altro segna i messaggi come già letti. A molti questa cosa può risultare comoda, sempre per un discorso di abitudine come detto in precedenza, ad altri da sui nervi. Vediamo come modificarla a nostro piacimento.

Cara anteprima non leggermi la posta!

Modificare il comportamento del Riquadro di lettura, cosi si chiama la finestra di anteprima, quando si passa da un messaggio all’altro è molto semplice:

  1. Clicchiamo sulla scheda File come in Fig.1.

    01_Outlook

    Fig.1: Outlook – Menu file

  2. A seguire Opzioni Fig.2.

    02_Outlook

    Fig. 2: Opzioni

  3. Selezioniamo Posta e in Riquadri di Outlook clicchiamo Riquadro di lettura Fig.3.

    03_Outlook

    Fig.3: Riquadro di lettura

  4. Potremo a questo punto scegliere tra tre opzioni (vedi Fig.4). Scegliamo quella più adatta alle nostre abitudini. Io personalmente ho tolto la spunta da Segna messaggio come già letto alla modifica della selezione. In questo modo anche passando da un messaggio all’altro i messaggi resteranno non letti fintanto che non deciderò di aprirli con il doppio-click.
04_Outlook

Fig.4: Scelta delle diverse opzioni.

Microsoft ha sicuramente fatto un buon lavoto tenendo conto delle esigenze degli utenti che utilizzano tutti i giorni questa applicazione. Quella descritta in questo articoloè solo una delle tante che si possono modificare. Nelle opzioni del programma ne potete trovare anche molte altre.

Se volete che scriva un articolo su qualcosa in particolare non vi resta che laciare il vostro commento.
Buon lavoro!